Regolamenti Regionali

Per accedere direttamente ai Regolamenti Regionali utilizzare la mappa sottostante. Tutte le informazioni, comprese le eventuali delibere di giunte e altri link sono riprtati nell’elenco in basso

Abruzzo

La Giunta Regionale della Regione Abruzzo ha approvato la proposta di Regolamento delle modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo con D.G.R. 940 del 30/12/2016

DELIBERA

P.A. Bolzano

DGP 1503/2016 che approva le Disposizioni in merito alle modalità di quantificazione dei volumi idrici a scopo irriguo. Modificate da DGP n. 1401 del 18/12/2018

Link alla pagina da cui scaricare pdf

http://www.provincia.bz.it/aprov/giunta-provinciale/delibere.asp?act_search=Disposizioni+in+merito+alle+modalit%C3%A0+di+quantificazione+dei+volumi+idrici+a+scopo+irriguo&act_subjectIt=&act_number=1503%2F2016&act_from=&act_to=&act_type=6&act_action=0s

DELIBERA GIUNTA 1401

DELIBERA GIUNTA 1503

 

 

Campania

Delibera n. 766 del 28/12/2016 la Giunta Regionale della Campania ha approvato la proposta di Regolamento delle modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo (ALLEGATO 1). La proposta è stata poi approvata da parte del Consiglio regionale nella seduta del 2 maggio 2017. Il regolamento è stato emanato con DPGR e pubblicato sul BURC n.41 del 22/05/2017 (Regolamento regionale 22 maggio 2017, n. 1.)

DELIBERA

REGOLAMENTO

 

 

Friuli Venezia Giulia

DELIBERA N. 2632 DEL 29 DICEMBRE 2016 che approva le Direttive per la modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo, allegate alla Delibera stessa.
Link alla pagina di raccolta dati monitoraggio: http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/ambiente-territorio/valutazione-ambientale-autorizzazioni-contributi/FOGLIA11/

DELIBERA N. 2632 DEL 29 DICEMBRE 2016 che approva le Direttive per la modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo, allegate alla Delibera stessa.

DELIBERA

REGOLAMENTO

 

 

Liguria

DGR 1313/2016 Piano di tutela delle acque – Art.33 Norme di Piano – Approvazione Criteri e modalità di misura delle derivazioni anche ai fini del recepimento delle Linee guida quantificazione volumi idrici uso irriguo DM 31/07/2015

REGOLAMENTO

Marche

Dgr Marche 6 giugno 2017, n. 590 “Criteri e modalità regionali di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo – Dm Mipaaf 31 luglio 2015

REGOLAMENTO

Piemonte

Con DGR 43-4410 del 2016 la Regione ha stabilito che il regolamento /R del 2007 , recante disposizioni circa gli obblighi di installazione, gestione e trasmissione dei dati relativi a prelievi, restituzioni di acqua a qualsiasi uso destinati, e la successiva deliberazione di Giunta Regionale n. 23-8585 del 2008 in merito alle modalità di stima dei fabbisogni irrigui netti e lordi, costituiscono le modalità con le quali si adempie alle Linee guida Mipaaf del 31/07/2015. Si ritiene di dover completare l’attuazione delle LG definendo le modalità di misura degli utilizzi, di stima di prelievi, restituzioni e rilasci in falda nonché le modalità di trasmissione dei dati al SIGRIAN, da deliberare entro 31 luglio 2017.

Link all pagina del burc  http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2017/04/siste/00000030.htm

REGOLAMENTO

Sardegna

Delibera del 17 gennaio 2017, n. 4/14 – Disciplina relativa alle modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo ed alla raccolta e gestione dei dati, in recepimento del Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 31 luglio 2015.

REGOLAMENTO

P.A. Trento

DGP n. 2495/2016, che approva le disposizioni attuative relative all’installazione di misuratori delle portate derivate e restituite in coerenza con le disposizioni di cui alle linee guida per la regolamentazione da parte delle Regioni e P.A. delle modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo, approvate con decreto del 31 luglio 2015 dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali.

DELIBERA

Umbria

Regione Umbria con D.G.R.  n. 1627 del 28/12/2016 ha adottato le linee guida regionali per la quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo ai sensi del Decreto MIPAAF 31 luglio 2015 (Allegato A)

DELIBERA

Veneto

DGR n. 2240/2016 che approva la Disciplina regionale per la quantificazione dei volumi irrigui, Allegato A alla medesima deliberazione, e che prende atto del documento sulle metodologie di stima esito del Tavolo permanente, Allegato B alla medesima deliberazione.

DELIBERA

Basilicata

La Giunta regionale nella seduta del 19/12/2016 ha approvato con D.G.R. n.1470/2016 la Disciplina delle modalità di quantificazione dei volumi idrici ai fini irrigui

DELIBERA

REGOLAMENTO

 

 

Calabria

Approvato dalla Giunta regionale nella seduta del 28 dicembre 2016REGOLAMENTO DELLE MODALITA’ DI QUANTIFICAZIONE DEI VOLUMI IDRICI AD USO IRRIGUO D.M. MIPAAF 31 luglio 2015

REGOLAMENTO

 

 

Emilia-Romagna

La Regione E-R con deliberazione della Giunta regionale n. 2254 del 21 dicembre 2016 ha approvato le Disposizioni per il monitoraggio dei volumi irrigui.

REGOLAMENTO

 

 

Lazio

D.G.R. 848 del 31/12/2016. La Giunta Regionale della Regione Lazio ha approvato la proposta di Regolamento delle modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo, con Allegati: 1 e 2 (BUR_n4_del_12_01_2017)

DELIBERA E REGOLAMENTO

 

 

Lombardia

Link alla pagina dedicata della regione lombardia

http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioServizio/servizi-e-informazioni/Enti-e-Operatori/Territorio/governo-delle-acque/irrigazione-e-bonifica/modalita-di-quantificazione-dei-volumi-derivati-ed-utilizzati-ad-uso-irriguo-delle-restituzioni-al-reticolo-idrografico-dei-rilasci-alla-circolazione-sotterranea/come-quantificare-uso-restituzione-rilascio-acqua-uso-irriguo

Delibera Giunta regionale 19 dicembre 2016 – n. X/6035

Approvazione della disciplina regionale dei criteri e delle modalità di quantificazione dei volumi derivati ed utilizzati ad uso irriguo, delle restituzioni al reticolo idrografico e dei rilasci alla circolazione sotterranea, nonché le modalità di acquisizione e trasmissione dei dati al sistema informativo nazionale per la gestione delle risorse idriche in agricoltura (SIGRIAN) e del relativo aggiornamento periodico.

D.d.s. 27 marzo 2018 – n. 4346 –  Approvazione della «Metodologia di stima dei volumi idrici ad uso irriguo, in attuazione della d.g.r. n. 6035/2016».

DELIBERA

REGOLAMENTO

Molise

Delibera n. 600 della seduta del 19-12-2016. Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 31 luglio 2015. Approvazione del Regolamento delle modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo della Regione Molise.

REGOLAMENTO

Puglia

Deliberazione di Giunta n. 2152 del 21 dicembre 2016 con la quale è stato approvato il “Regolamento regionale per la quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo, nel territorio della Regione Puglia”.

REGOLAMENTO

Sicilia

DECRETO 22 giugno 2017. Approvazione del regolamento per le modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo della Regione siciliana.

DECRETO

Toscana

Con DGR 1406/2016 la Regione Toscana approva il documento tecnico “Disposizioni per la stima dei  volumi idrici ad uso irriguo e la trasmissione al SIGRIAN dei dati relativi ai prelievi in auto approvvigionamento”, di cui all’Allegato A, parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, che recepisce le indicazioni della “Metodologie di stima dei volumi irrigui (prelievi, utilizzi e restituzioni) “elaborata dal Tavolo permanente, istituito ai sensi dell’art. 3 del DM 31 luglio 2015, approvato in Conferenza Stato Regioni il 3 agosto 2016.

Altre normative di riferimento già in atto: DPGR  51/R/2015, DPGR 61/R/2016 con Allegati: A,B,C e D

Link alla pagina della regione toscana  http://www.regione.toscana.it/-/gestione-delle-risorse-idriche-regolazione-dei-prelievi

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 16 agosto 2016, n. 61/R

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 21 aprile 2015, n. 50/R

Valle d'Aosta

DGR 1826 del 30-12-2016, approva i criteri di applicazione per la regolamentazione delle modalità di quantificazione dei volumi idrici ad uso irriguo secondo le disposizioni impartite dal decreto 31 luglio 2015 (riportati nell’allegato alla delibera)

DELIBERA